Le funzioni strumentali al POF sono rappresentate da docenti di riferimento per aree specifiche di intervento considerate strategiche per la vita dell’istituto; i docenti incaricati sono funzionali al POF, sono cioè risorse per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, e, per la propria area di intervento, svolgono attività di coordinamento, gestione e sviluppo. La normativa di riferimento è rappresentata dal CCNL 2002-05.

Art.30 CCNL 2002-05

(legittimazione delle funzioni strumentali)

FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell'offerta formativa dell'istituto e per la realizzazione di progetti formativi d'intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola…

segue art. 30

…Le funzioni strumentali sono Identificate con delibera del collegio dei Docenti in coerenza con il piano dell'offerta formativa che, contestualmente ne definisce criteri di attribuzione numero e destinatari. Le stesse non possono comportare esoneri totali dall'insegnamento e i relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d'istituto.


Il Collegio dei Docenti dell’Istituto Istuzione Superiore "Matteo Ricci" di Macerata, a norma dell'art. 30 "Funzioni strumentali al piano dell'offerta formativa", del CCNL 2002-05, ha individuato per l’anno scolastico 2018/2019 tre aree di lavoro per FUNZIONI STRUMENTALI al POF.


FUNZIONI STRUMENTALI
 

AREA 1/A
Prof.ssa PALMUCCI  Vania

PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA
  • Monitoraggio Progetti attivati a.s. 2017/2018.
  • Revisione del P.T.O.F. (Piano TRiennale Offerta Formativa - comma 14 - L.107/2015) in collaborazione con la prof.ssa Strizzi Maria Beatrice.
  • Test ingresso e prove comuni.
  • Gestione Piattaforma E-learning "Moodle" per monitoraggi.
AREA 1/B
Prof.ssa STRIZZI Beatrice
PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA
  • Aggiornamento del P.T.O.F. (Piano TRiennale Offerta Formativa - comma 14 - L.107/2015) in collaborazione con la prof.ssa Palmucci Vania.
  • Rapporti con il Collegio dei Docenti e con gli altri OO.CC. nella ricezione delle istanze relative al P.T.O.F.
  • Diffusione efficace del P.T.O.F tra le varie componenti dell'Istituto.
AREA 2
Prof.ssa PACIONI Marilena
INTERVENTI E SERVIZI PER I DOCENTI
  • Accoglienza dei nuovi docenti e supplenti.
  • Coordinamento delle attività dei dipartimenti disciplinari, sintesi dei dati emersi.
  • Strutturazione e predisposizione tracce verbali con gli allegati e dei comunicati relativi ai dipartimenti disciplinari, consigli di classe e loro controllo sia cartaceo che informatizzato e relativa archiviazione.
  • Strutturazione e predisposizione dei modelli di programmazione disciplinare e relazioni finali dei docenti.
  • Coordinamento dell'utilizzo del Registro on-line.
AREA 3/A
Prof.ssa RICCARDI Tiziana
CONTINUITA' E ORIENTAMENTO IN INGRESSO E IN USCITA
  • Continuità:
    • Promozione delle  iniziative di continuità tra diversi ordini di scuole e all'interno dell'istituto
  • Orientamento in ingresso:
    • Acquisizione delle date relative all'orientamento delle Scuole Medie del territotio e redazione planning diinterventi;
    • Presentazione al Dirigente del calendario di intervento presso le Scuole Medie.
    • Organizzazione delle giornate di Scuola Aperta in tutti i suoi aspetti.
  • Orientamento in itinere:
    • Attività di orientamento in itinere per le classi seconde del Tecnico Chimica, Materiali e Biotecnologie per la scelta dell'opzione, e del Tecnico Turismo per la 3° Lingua, con il supporto degli insegnanti dei singoli indirizzi;.
  • Orientamento in Uscita:
    • Acquisizione delle date di Open Day delle Università della Regione Marche;
    • Organizzazione di incontri con figure professionali del mondo del lavoro/CIOF
    • Organizzazione di attività di auto orientamento in vista della prosecuzione degli studi o dell'immissione nel mondo del lavoro.
    • Certificazione delle competenze
    • Monitoraggio situazione a rischio dispersione
AREA 3B3
Prof.ssa PERAL SANCHEZ Marina
BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: DISAGI PSICOLOGICI, SVANTAGGI SOCIO-CULTURALI, PARTICOLARI STATI DI SALUTE E ALUNNI CON B.E.S. E D.S.A. ALUNNI H DEL TECNICO
  • Esame con il Dirigente scolastico i casi relativi ai tutti gli alunni D.S.A. e B.E.S. del Tecnico.
  • Collaborazione con i docenti per il supporto ai bisogni educativi segnalati.
  • Consulenza ai docenti per la realizzazione del P.D.P. (in relazione agli alunni con D.S.A. e B.E.S. del Tecnico.
  • Cura i rapporti con le famiglie degli alunni D.S.A. e B.E.S. del Tecnico e con tutti i genitori in relazione alle problematiche e ai bisogni riscontrati e/o segnalati.
  • Verifica dei P.D.P. – (Piani Didattici Personalizzati) del Tecnico.
  • Esecuzione delle operazioni di monitoraggio intermedio e finale.
  • Rielaborazione della modulistica relativa all'handicap.
  • Esame con il Dirigente scolastico dei casi relativi a tutti gli alunni con D.S.A. e B.E.S. e disabilità
  • Coordinamento del gruppo di lavoro G.L.H.
  • Supporto di attività di formazione ed aggiornamento per i docenti di sostegno in servizio.
  • Cura dei rapporti con le famiglie degli alunni con D.S.A. e B.E.S. e disabilità.
  • Verifica dei P.E.I. (Piani Educativi Didattici)
  • Consulenza ai docenti per la realizzazione dei P.E.I.e P.D.P. in relazione a tutti gli alunni interessati.
  • Collaborazione con le Istituzioni deputate all'integrazione e al supporto degli alunni con disabilità (ASUR, U.S.P., Enti ed Istituzioni Territoriali).
  • Esecuzione delle operazioni di monitoraggio intermedio e finale.

  

 L'assegnazione delle funzioni strumentali alle rispettive aree e la designazione degli incarichi è stata approvata dal Collegio dei Docenti in seguito a richieste individuali e volontarie del personale docente.