La Realtà e la Bellezza saranno le due lenti privilegiate attraverso le quali mettere a fuoco ed interpretare le esperienze esistenziali e le proposte culturali promosse quest'anno nell'ambito del ciclo di incontri dei Pomeriggi Letterari, come sempre rivolti a studenti e docenti e trasmessi dalle 15.00 alle 17.00 in diretta streaming sulla piattaforma di videoconferenza ed il canale Youtube del nostro Istituto: per accedere fai clic qui oppure sull'apposito banner di questo sito.

Leggi l'articolo sul Resto del Carlino

Il primo dei quattro appuntamenti prenderà il via il 12 gennaio con il giovane scrittore afghano Gholam Najafi, autore di romanzi e poesie sulla situazione del suo paese. Fuggito nel 2000 dall'Afganistan, lo scrittore nel romanzo dal titolo Tra due famiglie ripercorre con grande profondità introspettiva il suo faticoso inserimento nella realtà italiana, dove ha intrapreso il riscatto dal dolore e dalla solitudine ed aperto nuove prospettive interpretative della propria esistenza.

Il secondo incontro della nostra rassegna sarà il 15 febbraio con la scrittrice Gemma Capra, vedova del commissario Luigi Calabresi ucciso dal terrorismo di estrema sinistra nel 1972. La crepa e la luce è il racconto del suo cammino di perdono secondo un traiettoria percorsa per 50 anni, che dalla rabbia e dal desiderio di vendetta porta alla serenità e alla bellezza dell'amore.

Il 27 febbraio avremo nostro ospite il neurochirurgo Giulio Maira, che nel testo Il cervello è più grande del cielo spiega quanto sia prezioso il funzionamento  dell'organo più articolato e importante dell'universo e perché dai suoi meandri scaturiscano la dolcezza della vita e la complessità del nostro destino. 

In chiusura il 27 marzo l'ultimo incontro a cura dello storico Massimo Montanari dal titolo La fame e l'abbondanza. L'alimentazione nella storia e le sfide del futuro. Attraverso le vicende legate al cibo, quale bisogno e piacere dell'uomo, lo storico snoderà fra i due poli opposti della fame e dell'abbondanza la storia dell'alimentazione umana, aprendosi a riflessioni sulle sfide comuni dello sviluppo sostenibile anche nella prospettiva del contrasto alla povertà.