Il 26 maggio, in Biblioteca, alla presenza della Dirigente Scolastica, si è svolta la premiazione degli alunni che si sono distinti con i loro elaborati nelle attività legate al mondo della lettura, della scrittura e dell’espressione artistica e nelle competenze acquisite nella lingua latina.
I premi sono stati assegnati, secondo una graduatoria di merito, nelle seguenti sezioni: “Al Ricci si legge!”, le recensioni dei libri di narrativa; “Al Ricci si scrive!”, i testi di genere vario, quali racconti, poesie, interviste impossibili, produzioni scritte di rielaborazione critica e commento; il “Miglior lettore”, il lettore più assiduo dei libri presi in prestito dalla Biblioteca scolastica; le Olimpiadi della Lingua latina; il concorso “Un logo per la mia scuola”.

Continua la lettura per conoscere i nomi degli studenti premiati e guardare le foto...

La partecipazione a queste attività ha sicuramente contribuito alla formazione degli alunni, che hanno espresso, attraverso il lavoro realizzato, la loro creatività, mostrando sensibilità e dando il loro contributo alla realizzazione di una comunità scolastica unita e inclusiva.

A tutti gli alunni che hanno partecipato alle attività proposte, e ai docenti che li hanno guidati, va il nostro ringraziamento e i complimenti sinceri ad ognuno di loro, per il talento, la fantasia, la passione e la competenza dimostrati!

ALUNNI PREMIATI PER LA RUBRICA “AL RICCI SI LEGGE!”- le migliori recensioni dei libri letti

1° classificato:
ALESSANDRO VERDECCHIA, classe 5^A, recensione del racconto di F. KAFKA, La metamorfosi
Ben scritto, colpisce per la profondità con cui vengono trattate le tematiche e la sensibilità con cui sono sviluppate e rese attuali

2° classificato (a parimerito):
MARTA PETRITOLI, classe 5^N, recensione del saggio di A.D’AVENIA, L’arte di essere fragili
Scritto in modo fluido, scorrevole, interessante per la vicinanza, anche affettiva, sentita con il poeta Giacomo Leopardi, quasi un amico, e l’insegnamento che ne ha tratto per la propria vita.
SARA PETRINI, classe 5^B, recensione del dramma di L. PIRANDELLO, Il giuoco delle parti
Analizzato in maniera impeccabile, vi traspare notevole competenza, mostrata anche nel confronto con altre opere dello stesso autore e negli spunti di riflessione critici sul senso doloroso della vita

3° classificato (a parimerito):
ARIANNA CARANCINI, classe 4^B, recensione dell’opera di M.T.CICERONE, De amicitia
Scritto abilmente, procede sul filo di un continuo e profondo confronto fra le riflessioni dell’autore e la propria idea di amicizia, un colloquio attualizzato e possibile grazie all’universalità del tema, tanto da concludere con le parole “è un’opera che non morirà mai”.
GIULIA BARBATELLI, classe 1^A, recensione del romanzo di K.HOSSEINI, Il cacciatore di aquiloni
Ben scritto, le vicende, seguite puntualmente, sono inserite in un discorso unitario, non scontato, di “liberazione” dai sensi di colpa del protagonista, come riferito nel titolo proposto.
BENEDETTA APOLLONI, classe 3^E, recensione della trilogia fantastica di P.PULLMAN,  Queste oscure materie
Breve ed efficace, incuriosisce il lettore ad andare a scoprire i mondi fantastici e i personaggi di invenzione che li popolano

ALUNNI PREMIATI PER LA RUBRICA “AL RICCI SI SCRIVE!”- testi di vario genere (poesie, racconti, sintesi critiche, commenti)

1° classificato (a parimerito)
LINDA PERETTI, classe 5^A
, un testo dal titolo “Alla ricerca dell’identità perduta”, in cui analizza il concetto di identità secondo le diverse prospettive di Cesare Pavese, Luigi Pirandello, Italo Svevo e Schlomo, il protagonista del film “Train de vie” del regista Radu Mihailean; mostra di sapersi muovere con grande abilità tra testi e autori, letterari e non, sul filo di un interrogativo attuale, a cui fornisce anche una sua personale risposta.
LAURA MONTI, classe 5^A, un testo dal titolo “Valori naturali”, in cui mette a confronto il brano di Leopardi “Ogni giardino è quasi un vasto ospitale” (Zibaldone, 19-22 aprile 1826) e il passo di Manzoni sulla vigna di Renzo (I promessi sposi, cap. XXXIII), mostrando una profonda maturità critica, oltre ad una forma ineccepibile.

 2° classificato (a parimerito)
SOFIA MOCHI, classe 2^B
, un’intervista impossibile alla regina di Cartagine Didone, dal titolo “L’amore: una passione ardente e corrosiva”, un talento eccezionale nel raccontare la storia di Didone e nel ritrarne la figura, affascinante, forte e determinata, in uno stile brioso e coinvolgente, una vera “giornalista” in erba
ALICE RINALDESI, classe 5^A, un testo dal titolo “Anime dannate, in cammino e beate”, in cui pone a confronto tre figure femminili della Commedia di Dante Alighieri, Francesca da Rimini, Pia de Tolomei e Piccarda Donanti, ben scritto, puntuale e approfondito, per la storia di ciascuna, a cui riconosce il denominatore comune della violenza subita, purtroppo ancora attuale.
FANNY GIAGANTE, classe 5^A, un testo di confronto tra G.Leopardi e A.Manzoni dal titolo “Due autori, due metafore della vita”, un testo personale, notevole, che fa trasparire competenza, frutto di studio e di passione, e abilità interpretativa della letteratura, a cui riconosce l’essere fonte di risposte ed avere valore eterno

3° posto (a parimerito)
MARGARITA SOFIA MANIARA e AURORA SPARVOLI, classe 1^A
, un testo dal titolo “La bellezza della lettura”, una bella esperienza nell’ambito del progetto Libriamoci, lettura ad alta voce nella scuola, sulla figura dell’Ulisse dantesco, proposta dalle alunne della 5^A, approfondito da ulteriori confronti, il ricordo del Canto di Ulisse da parte di Primo Levi, nel campo di concentramento di Auschwitz, un’esperienza riferita con puntualità, entusiasmo e personale rielaborazione
Giulia Fortunati e Sara Giacomini, classe 1^T; Lorenzo Cimmarrusti e Noemi Matera, classe 2^T, per le poesie “A te”, “Atmosfere del cuore”, “Così vicino, così lontano”, “La giusta direzione”,  affrontano i temi dell’amore, della lontananza, del cammino da intraprendere e della direzione verso cui andare, trattandoli con abilità tecnica, delicatezza espressiva e profondità di sentimento
Alessia Merola, classe 3^A, un testo che inizia con il classico “Caro diario” ma l’aggettivo  “filosofone” ci mette in guardia: tratta di argomenti filosofici, che annoierebbero tutti, come dice l’autrice, ma non l’amico-diario, e neppure noi lettori, dato l’andamento brillante e spiritoso, pur nella serietà degli argomenti affrontati

SEGNALAZIONE SPECIALE :
Sofia Mochi, Alessandra Morichetta, Helena Salvatori, Filippo Sileoni,  alunni della classe 2B
,per il power point dal titolo “Poesie di Edith Bruck”, presentato all’incontro dei Pomeriggi letterari con la scrittrice e poetessa sopravvissuta ad Auschwitz, e che ne ripercorre la vita, attraverso l’analisi puntuale, profonda e commovente di alcune sue poesie; un lavoro di grande impatto visivo ed emotivo.

Olimpiadi del latino

1° Cecilia Massaccesi 2B

2° Sofia Mochi 2B

3° Paola Trapasso 2B

4°Chiara Vietri 2 D 

Miglior lettore

REBECCA RUBINO, classe 4^M, ha preso in prestito dalla Biblioteca scolastica il numero maggiore di libri, è un’alunna che ha fatto della lettura una passione; è curiosa e pronta a leggere libri di generi diversi, anche in lingua straniera.

 Un logo per la mia scuola

1 Giorgia Panzica

2 Elena Piercamilli 

3 (parimerito) Aurora Ndokaj- Anita Micozzi e Claudia Pia Simeone

Fai clic qui per visualizzare le foto della premiazione